FAQ

Questa sezione è dedicata alle domande frequenti e sarà aggiornata periodicamente.

Cos’è il Gestore Sociale?

E’ un network cooperativo che si interfaccia con gli abitanti e si occupa della gestione dell’Avviso, delle attività sociali e delle funzioni di gestione immobiliare. Il Gestore Sociale avrà un ufficio attivo dopo la pubblicazione dell’Avviso e si troverà al piano terra della prima Torre.

A che serve l’Avviso?

L’Avviso serve per reperire tutte le informazioni inerenti la domanda di assegnazione degli alloggi destinati alla locazione nella città di Matera.

Quali sono le caratteristiche e il costo degli appartamenti?

Il progetto “Social Housing Città dei Sassi” offre in locazione 113 unità residenziali di diverso taglio e tipologia, nello specifico bilocali, trilocali, trilocali con cucina e quadrilocali di nuova costruzione ad alta efficienza energetica.

Il costo medio per ogni unità immobiliare è il seguente: 
– bilocale circa 65 mq ad un canone di 260 €/mese
– trilocale circa 90 mq ad un canone di 380 €/mese
– trilocale con cucina abitabile circa 110 mq ad un canone di 450 €/mese
– quadrilocale circa 140 mq ad un canone di 530 €/mese

Il costo medio è da intendersi esclusi gli oneri condominiali e l’IVA al 10%. 

Chi può partecipare?

 I destinatari del presente avviso devono possedere i seguenti requisiti di base: 

– cittadinanza italiana o di uno Stato membro dell’Unione Europea, ovvero di altri Stati ed essere in possesso di carta di soggiorno o permesso di soggiorno come previsto dalla normativa o essere iscritto nelle apposite liste di collocamento o svolgere in Italia un’attività lavorativa debitamente autorizzata;

– avere la maggiore età;

– residenza nel comune in cui viene realizzato il programma costruttivo ovvero di avere l’intenzione di fissarla nel comune predetto alla data di stipula del contratto di locazione e, comunque, entro sei mesi dalla data di certificazione dell’abitabilità del fabbricato nel quale si trova l’alloggio per il quale viene richiesto il contributo.

– non essere titolare unitamente ad altri componenti il nucleo familiare nel comune in cui si realizza il programma costruttivo, di altro alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare medesimo.

– non avere ottenuto né il socio né altri componenti il nucleo familiare, l’assegnazione in proprietà o con patto di futura vendita di un alloggio costruito o recuperato a totale carico o con il concorso o con il contributo o con il finanziamento agevolato, in qualunque forma concessi, dallo Stato, dalla Regione o da altro Ente pubblico, ovvero non aver ottenuto l’assegnazione di contributi in qualunque forma concessi dalla Stato, dalla Regione o da altro Ente Pubblico per l’acquisto , la costruzione o il recupero di un alloggio;

– possedere un reddito complessivo riferito al nucleo familiare, al netto delle detrazioni da operarsi in applicazione dell’art.2, comma 14, della Legge 25.03.1982 n.94, non superiore a 41.208,00. Si intende la somma dei redditi di tutti i componenti il nucleo familiare quale risulta dalla voce “imponibile” delle singole dichiarazioni dei redditi. Il reddito complessivo del nucleo familiare è diminuito di € 516,46 per ogni figlio che risulti essere a carico; agli stessi fini, il reddito da lavoro dipendente, dopo la detrazione delle quote per ogni figlio a carico, è calcolato nella misura del 60%.Il reddito da lavoro autonomo è invece calcolato nella misura del 100%. Il reddito da pensione è considerato come reddito da lavoro dipendente. Nel caso di redditi misti le decurtazioni di cui sopra vengono operate solo nei confronti dei redditi da lavoro dipendente e quelli da lavoro autonomo vengono successivamente sommati per intero, decurtati dei soli  contributi previdenziali ed assistenziali obbligatori. Per l’individuazione dei redditi fiscalmente imponibili da presentare, la valutazione dei requisiti soggettivi  verrà effettuata alla data di presentazione della domanda di partecipazione. Qualora quest’ultima ricada tra  il 1° gennaio ed il 30 giugno, i beneficiari sono tenuti a dichiarare i redditi fiscalmente imponibili percepiti da  tutti i componenti il nucleo familiare due anni prima e dichiarati l’anno precedente. Qualora, invece, la suddetta data ricada tra il 1° luglio ed il 31 dicembre, il richiedente è tenuto a dichiarare i  redditi fiscalmente imponibili percepiti da tutti i componenti il nucleo familiare l’anno precedente e dichiarati  nello stesso anno. Non sono inclusi nel computo complessivo dei redditi imponibili i sussidi o assegni percepiti in attuazione  delle norme vigenti a sostegno di conviventi handicappati, invalidi o disabili. Tuttavia, qualora il reddito del  nucleo familiare richiedente sia costituito solo da tali emolumenti, gli stessi vengono comunque considerati  ai fini del possesso del requisito. Non si considerano percettori di reddito coloro che percepiscono esclusivamente reddito da fabbricati. 

Nota esplicativa: Possono presentare domanda di partecipazione anche nuclei familiari che, alla data di valutazione del possesso dei requisiti soggettivi di cui sopra non si sono ancora costituiti, ma si costituiranno entro 6 mesi  dalla data di stipula del contratto di affitto e/o acquisto. In tale ipotesi il richiedente indica i componenti che andranno a costituire il nuovo nucleo familiare e la  verifica dei requisiti soggettivi viene effettuata esclusivamente nei confronti di quest’ultimi. Per tale motivo, entro il termine previsto per il distacco, il nuovo nucleo familiare deve costituirsi in modo  conforme a quanto dichiarato, pena la mancata possibilità di accedere alla locazione e/o all’acquisto. Qualora uno dei componenti indicati sia coniugato, nel nuovo nucleo familiare è obbligatoriamente incluso il  coniuge, anche se non espressamente dichiarato. I requisiti devono essere posseduti alla data di presentazione della domanda di partecipazione (redatta ai  sensi degli art. 46 e 47 del DPR 28/12/200 n. 445, su apposito modulo come da successivo paragrafo 8), e  comunque alla data di stipula del contratto di locazione e/o acquisto e devono permanere in costanza di  rapporto di locazione.

Quando partecipare?

La domanda dev’essere inviata a partire dal 15 Aprile 2021, data di pubblicazione dell’Avviso.

A partire da questa decorrenza gli interessati hanno 60 giorni per presentare la loro domanda.

Come partecipare?

La domanda può essere inoltrate tramite due modalità:

> Invio telematico 

> Consegna cartacea della domanda per la candidatura al progetto presso lo sportello fisico temporaneo in Via Galilei 1 presso sede NETURAL COOP : martedì dalle 9,30 alle 12,30 e venerdì dalle 15,30 alle 18,30

Dove reperire informazioni?

Gli interessati potranno ricevere assistenza e delucidazioni, saranno assistite e supportate durante la compilazione delle candidature con le seguenti modalità: 

– Sportello temporaneo in Via Galilei 1 presso sede NETURAL COOP : Martedì dalle 9,30 alle 12,30 e Venerdì dalle 15,30 alle 18,30 vincolato dal colore delle zona COVID (se in rosso no sportello fisico)

– Sportello virtuale sulla la pagina Facebook “Matera Social Housing”

– Sportello telefonico dal Lunedì al Venerdì dalle 11.00 alle 14.00 al numero 3755407472

La domanda di partecipazione: cosa inviare?

Sia nella versione online che cartacea, sarà necessario presentare i propri Documenti di identità, Codice Fiscale, l’ultima dichiarazione dei redditi (730 o C.U.) e le ultime 3 buste paga, se presenti. 

Finabita S.p.A., mandataria ATI
Roma, via A. Nibby n.10
C.F. 05625170583
Informativa privacy
Cookie policy